musica matrimonio

Musica matrimonio Roma: parliamo di prezzi

In Evidenza, News

Quanto costa un intrattenimento musicale in chiesa o al ricevimento di nozze ?

Istruzioni per l’uso

Sempre più spesso ormai riceviamo una serie di domande finalizzate piu’ a soddisfare esigenze di tasca che di qualità  e tipologia del servizio offerto.
La domanda più gettonata è : “Vorrei un preventivo per un matrimonio….”. Molto spesso non è possibile rispondere ad una domanda simile senza avere dei dettagli concreti sul tipo di intrattenimento richiesto.

  • E’ necessario intanto distinguere se si parla di accompagnamento durante la cerimonia in Chiesa o durante il ricevimento di nozze.

In ogni caso sarà  comunque opportuno:

  • individuare la formazione ideale ricercata dagli sposi: organista da solo oppure organista e soprano? oppure ancora organo soprano e violino, arpa?, quartetto d’archi? Oppure che dire di un Coro Gospel ?? In questo caso il costo si baserà  sul numero di musicisti o cantanti  coinvolti.
  • Altro fattore di non poca importanza è che non tutti i musicisti che si offrono “on e off line” sono in grado di poter effettuare sia il servizio di intrattenimento in Chiesa che al banchetto. Non va dimenticato infatti che in Chiesa tutto deve essere rigorosamente eseguito dal vivo, non sono ammesse (da un punto di vista deontologico s’intende!) basi musicali: infatti è sufficiente un piccolo imprevisto durante la cerimonia per far saltare i piani di un musicista “improvvisato”. Occorre una regia esperta e lucida , che solo un musicista , padrone dello strumento, è in grado di poter fornire!
musica matrimonio roma cantante pianista musicista ricevimento nozze sposi Villa Cinardi

Per questo motivo suggerisco sempre di verificare anche se il musicista che avete contattato per l’intrattenimento musicale durante il ricevimento, suoni effettivamente dal vivo (anche se con il supporto magari di basi) o, come invece purtroppo spesso mi riferiscono accada, faccia “finta” e non sappia metter due note in fila qualora ci fosse da improvvisare un accompagnamento “al volo” con i vostri amici….del resto si sa …sono i prodigi della tecnologia !
Per questo suggerisco sempre l’accompagnamento al pianoforte durante il pranzo o la cena (specie se in ambienti interni), perchè adoro suonare e trovo che il suono di un bel pianoforte a coda aggiunga un tocco di classe al vostro banchetto, evitando , al tempo stesso, il fastidio che spesso la musica amplificata reca durante il pasto, soprattutto ai parenti attempati!

musica matrimonio

Sempre a proposito di prezzi, va detto che la possibilità  di ingaggiare un musicista che copra sia il servizio in Chiesa che al Ricevimento, di norma, consente un risparmio rispetto all’ingaggio separato di diversi musicisti: questo perchè di solito, chi fa entrambe le cose , propone prezzi a “pacchetto”.

  • Un altro fattore che può incidere sul costo del servizio di animazione musicale per matrimoni, è la strumentazione (di norma di proprietà  del musicista): infatti può capitare a volte di dover allestire più postazioni di lavoro per ambienti interni ed esterni (magari in location molto grandi), essendo poco gradevole “alla vista” degli invitati , il dover smontare e rimontare, cavi, strumenti e cavalletti vari, (magari anche con abbondante sudata!).
  • Qualcuno si chiede anche se il prezzo varia in base alle ore di lavoro o ad evento.  Per la Chiesa il costo è certamente  calcolato sulla prestazione, mentre, di norma i costi del ricevimento sono calcolati su una durata media di un banchetto nuziale. Talvolta possono essere stabiliti dei limiti di orario, superati i quali, le parti possono concordare un eventuale extra-time, ad un costo proporzionato (va tenuto conto comunque che , soprattutto i cantanti, non possono protrarre troppo a lungo le proprie performance).
  • Al fine di evitare sgradite sorprese, suggerisco sempre di garantirsi la presenza del musicista fino al termine del ricevimento, al fine di evitare che possa “piantarvi in asso” per raggiungere un’ altra location dove ha ottenuto un ingaggio per un altro matrimonio (pranzo-sera), così come può essere opportuno chiedere al musicista se ha altri impegni nella giornata prima del vostro, (al fine di evitare possibili, anche se involontari,  ritardi)!
  • Altra variabile che può impattare sul prezzo del servizio di intrattenimento musicale da matrimonio è la distanza che il musicista o i musicisti devono coprire per raggiungere la Chiesa e/o la location del ricevimento.  In  questo caso possono essere applicate tariffe a chilometro oppure a forfait in base al chilometraggio da percorrere. Altresì può essere necessario provvedere anche ad un eventuale vitto (sempre durante il ricevimento) ed alloggio in caso di lunghe percorrenze (Non di rado i prezzi variano sensibilmente da città  a città  e talvolta può convenire ingaggiare un musicista da un’altra città  sostenendone le spese di viaggio) .  Va tenuto conto del fatto che, talvolta, può essere opportuno recarsi prima alla location per predisporre la propria postazione di lavoro, qualora la vicinanza con la chiesa, impedisca al musicista di avere abbastanza tempo per poter montare la strumentazione in villa o al ristorante scelto per il banchetto, prima dell’arrivo degli invitati.
  • Altro suggerimento che mi sento di dare è quello di valutare, oltre al tipo di repertorio a disposizione, anche la disponibilità  del musicista ad adattare il proprio repertorio alle vostre esigenze. Un cantante versatile che ha la possibilità  di spaziare in un repertorio molto ampio è sinonimo certamente di esperienza e quindi, quasi certamente di ottima riuscita dell’evento. Ovviamente non si può cantare tutto, ma consentire agli sposi la scelta di alcuni brani o autori a loro graditi è certamente segno di grande professionalità ; di contro gli sposi si impegneranno a fornire una lista di canzoni in tempo utile per consentirne la necessaria preparazione, soprattutto se si è scelto ad esempio una band o un gruppo musicale (così come un Coro Gospel che necessita di prove molto meticolose per rendere eccellenti le armonizzazioni vocali).
  • Da ultimo, tra i costi, non dobbiamo dimenticare la Siae, sempre a carico degli organizzatori dell’evento, le cui tariffe possono variare in funzione del numero di invitati e della classe della location (ad es. lusso)
  • Nel valutare un preventivo, infine, è  opportuno considerare il tempo complessivo messo a disposizione dal musicista (ossia non solo la prestazione in quanto tale, ma anche il trasporto, la strumentazione a disposizione, la distanza percorsa A/R, l’allestimento e lo smontaggio, l’eventuale sopralluogo alla location, il tempo impiegato per accontentarvi nel repertorio (prove) e, non da ultimo, anche l’abito di scena (sovente mi segnalano “colleghi” con indumenti casual durante il ricevimento). E’ vero che un musicista è un artista è va preso in quanto tale ma ricordate che i protagonisti del matrimonio siete voi: gli Sposi !

4 comments

Leave a Reply